7-2

Il basket regala emozioni uniche e lo fa anche alle nostre latitudini. La Dike Basket fa saltare il banco e ribalta una serie che ormai sembrava compromessa. Grande vittoria in gara3 nei quarti di finale contro Lucca e così ora la squadra di coach Nino Molino può continuare il suo viaggio e guardare con orgoglio ed anche un pizzico di follia alla semifinale contro Schio, in pratica la Juventus della palla a spicchi nazionale. Una grande soddisfazione ed una grande emozione per la Dike che ai supplementari strappa il pass a Lucca campione d’Italia in carica.

Napoli merita queste soddisfazioni, le merita per il grande lavoro che sta facendo il presidente Gabriele che è riuscito a formare un team ambizioso e competente. Non mi riferisco solo alla squadra che distilla fino all’ultima goccia di sudore sul parquet, ma a tutti i professionisti che stanno costruendo una società che è diventata un modello per chi vuole fare sport a Napoli. Non faccio i nomi perché tra dirigenti, staff tecnico ed atlete farei sicuramente un torto a qualcuno se dovessi dimenticarmi la citazione, ma sono sicuro che non importa perché la Dike mi ha sempre fatto pensare ad un gruppo coeso dove non ci sono sterili protagonismi. PalaVesuvio in esclusiva con cura dei dettagli eccezionale, palestra attrezzatissima all’interno dell’impianto, foresteria e residence di proprietà per le atlete che si sentono a casa e coccolate come se fosse una grande famiglia sono dei punti di forza indiscutibili. La semifinale scudetto contro Schio della stella Zandalasini è un premio, una medaglia alla Dike, ma anche uno stimolo a tentare l’impresa. Nello sport niente è impossibile e queste ragazze davvero non hanno limiti visto il gran cuore che hanno messo contro Lucca!