Salviamo i piccoli commercianti, smettiamo di spendere tutti i nostri risparmi online!!!

crisi

Ormai stiamo facendo morire tutte le vecchie attività commerciali. I salumieri non ci sono più, le edicole stanno chiudendo una ad una, le mercerie si sono quasi tutte estinte. Ricordo ancora i nomi dei garzoni di bottega che portavano la spesa a casa. Ora compriamo su internet, andiamo nei centri commerciali, negli ipermercati e negli outlet. Sempre alla ricerca del risparmio, ma facendo così abbiamo indebolito la nostra economia. Molti di voi diranno ma che me ne frega a me se il calzolaio sotto casa chiude se io le stesse scarpe che vende le compro su Zalando e risparmio pure? Il ragionamento ci sta anche, però Zalando fa quel prezzo perchè non deve pagare un locale, non deve pagare i commessi e non deve pagare le tasse sul territorio italiano. Amazon vende tutto a prezzo ribassato perchè abbatte i costi, ma nel frattempo i piccoli chiudono. L’economia globale vuole questo, il futuro non si può cambiare, ma qualcosa si dovrà pur fare per evitare questa situazione. I grandi colossi hanno le porte spianate, hanno molte agevolazioni, mentre i piccoli vengono lasciati al loro destino. Lo Stato dovrebbe a mio avviso fare qualcosa per arginare questo fenomeno, e siccome non può bloccare le grandi multinazionali dell’e-commerce o della grande distribuzione, almeno deve battersi per difendere la vita dei piccoli commercianti. Come? Abbassandogli le tasse ed i balzelli. Cercando di venire incontro a chi investe in piccole attività rischiando di chiudere un giorno sì e l’altro pure. Insomma ci vorrebbe una volontà politica che in questo momento non c’è. Però una cosa la possiamo fare. Potremmo iniziare una piccola rivoluzione: torniamo a spendere nelle piccole botteghe, andiamo a spendere dal salumiere e dal macellaio sotto casa. Se tornassimo tutti alle vecchie abitudini ci sarebbero più posti di lavoro, potremmo ritornare a stabilire un rapporto umano con il nostro commerciante diventando un cliente e non un numero da esibire dopo un buzz, ma soprattutto lo metteremmo in quel posto alle grandi multinazionali…Pensateci, io lo farò!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑