Haters ed i suoi derivati. Piccolo manuale pratico per dribblare gli odiatori del web

wild

Gli odiatori del web. I social sono un posto fantastico per coltivare la cultura dell’odio e dell’insulto libero. Ma ogni social ha la sua modalità particolare. Facebook, Twitter ed Instagram ormai sono diventate le nostre case virtuali. Si condivide con sconosciuti un pensiero in cerca di like. Su Facebook si chiamano amici anche se spesso e volentieri si tratta di perfetti sconosciuti. Haters ed i suoi derivati sono il peggio che c’è in rete. La rete che diventa lo sfogatoio dei frustrati. Quello che consente lo sfogo migliore è sicuramente Twitter. Nick camuffato, varie identità  e puoi scrivere quello che vuoi senza censura. Piccolo inconveniente poco più di 300 caratteri per sparare commenti a casaccio sperando che l’insultato risponda per innescare una catena vorticosa.

maxresdefault

Facebook ha dinamiche più complesse. I profili fake sono molto rari anche se fastidiosi e subito si riconoscono. Però le discussioni lì sono più animate ed articolate. Qualche volta anche stimolanti. Ma sicuramente sono infinite. Ognuno ha il suo particolare punto di vista che vuole far prevalere con ogni mezzo. Il commento del commento – che poi viene commentato e ricommentato – produce una spirale dell’odio pazzesca. Nessuno cambia le proprie posizioni e diventa una guerra a chi ce l’ha più lungo.

Poi il web è il posto più frequentato dai tuttologi. Politica, ma soprattutto calcio sono i terreni più fertili per coltivare questa impetuosa macchina del fango. Se esprimi un parere verrai sommerso dai commenti dei contrari a prescindere.

In ogni caso se sei vittima di haters ricordarsi sempre del famoso aforisma di Oscar Wilde che deve illuminare sempre il sentiero di chi viene insultato dagli odiatori di professione.  Ignorare i commenti e non rispondere credo sia la strada più facile per far smettere nel minor tempo possibile la catena dell’odio che si forma sui vari social.

Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza ( Oscar Wilde )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑