vergogna31

Quando qualcuno sbaglia tutti pronti a puntare il dito e dire con sdegno: Vergognati! Ti devi vergognare!!!! Ma in effetti mi domando: nel concreto dopo che uno fa una cazzata che cosa deve fare? Mettersi in un angolino faccia al muro come si faceva alle elementari tanti anni fa? Mi sono sempre chiesto che cosa significhi vergognarsi. Quando la reprimenda è pubblica, quando il vento soffia al contrario, quando c’è dolo nelle azioni allora ci si indigna e si urla a gran voce che il reo dovrebbe vergognarsi. Ma quest’espressione non mi ha mai convinto, secondo me è svuotata di ogni significato e vergognarsi è diventato solo un esercizio retorico di facciata, senza sostanza.

Il napoletano, invece, è una lingua di sostanza e quindi chi sbaglia non deve vergognarsi, perchè non significa nulla, ma deve mettersi scuorno! Miettete Scuorn! Fa trasparire lo sdegno, lo schifo profondo e chi subisce un’espressione del genere ci pensa e riflette sulle proprie azioni.