Netflix sta riproponendo un film del 2015 di Sergio Castellitto tratto dall’omonimo romanzo di sua moglie Margaret Mazzantini che sta avendo un grande successo in streaming balzando immediatamente nella top 10 dei più visti. Strano caso dovuto forse anche alla fame di cinema che c’è in quest’ultimo periodo. Forse perché nella lista Nessuno Si Salva da Solo è tradotto con You Can’t Save Yourself Alone che fa credere di stare per vedere un prodotto più recente. Impressionante il fatto che basti questo stratagemma per riportare in auge un film delicato, intenso, dolce e sensuale. Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca sono elegiaci nell’interpretare Delia e Gaetano una coppia in crisi che decide di rincontrarsi cercando di analizzare la loro vita sentimentale. Nel film c’è un uso sapiente dei flashback che fanno rivivere tutta la loro tormentata storia d’amore. Descrizione manieristica con dialoghi intimi e delicati, la vivisezione della crisi di una coppia che ha però ancora un piccolo fuoco dentro. Spegnerlo o riattizzarlo? Indagine psicologica accurata che ci fa partecipare serenamente alla loro crisi ed alla loro intimità. Ci sarà salvezza per questa coppia così tormentata? E soprattutto cosa si intende per salvezza?